BONUS MOBILI

Cos’ è il bonus mobili?

Il bonus mobili consiste in una detrazione IRPEF del 50 per cento su un importo massimo di € 10.000  per il 2022 per l’acquisto di mobili destinati ad arredare un immobile oggetto di ristrutturazione.

Come funziona il bonus mobili?

Il Bonus mobili consiste in una detrazione fiscale spalmata in 10 anni mediante 10 rate di pari importo. Il bonus mobili può essere richiesto per un importo massimo di € 10.000 di spesa e le agevolazioni consistono in una detrazione del 50 per cento del costo sostenuto, da ripartire in 10 rate tra gli aventi diritto.

Chi ha diritto al bonus mobili?

Possono usufruire del bonus mobili i proprietari di un immobile oggetto di ristrutturazione che siano contribuenti in Italia, ma non solo. Il bonus spetta non soltanto ai proprietari degli immobili, ma anche ai titolari di diritti reali o personali di godimento sugli immobili oggetto degli interventi e che ne sostengono le relative spese come i proprietari o nudi proprietari e i titolari di un diritto reale di godimento (usufrutto, uso, abitazione o superficie). Hanno diritto al bonus anche i locatari o comodatari, i soci di cooperative divise e indivise, gli imprenditori individuali, per gli immobili non rientranti fra i beni strumentali o merce.

Quali categorie di prodotti rientrano nel bonus mobili?

Possono rientrare nella detrazione del bonus mobili gli acquisti certificati per i  prodotti nuovi come:

  • Letti, armadi, cassettiere, librerie, scrivanie, tavoli, sedie, comodini, divani, poltrone, credenze, materassi e apparecchi d’illuminazione. È escluso l’acquisto di porte, pavimentazioni (per esempio, il parquet), tende e tendaggi ed altri complementi di arredo.

Come si richiede il bonus mobili?

Il bonus mobili può essere richiesto con l’aiuto di un CAF o del proprio consulente fiscale in fase di dichiarazione dei redditi, con la presentazione del modello 730 o del modello Unico. L’importo detraibile va suddiviso in 10 quote annuali di pari importo. Per facilitare questa modalità, l’Agenzia delle Entrate ha anche messo a disposizione degli specifici modelli di dichiarazione.

Quali documenti sono necessari per richiedere il bonus mobili?

Per attestare l’acquisto dei mobili bisogna allegare alla domanda di richiesta del bonus uno dei seguenti documenti:

  • ricevuta del bonifico;

  • ricevuta di transazione eseguita, per pagamenti con carte di credito o debito;

  • addebito sul conto corrente;

  • fattura di acquisto dei beni.

 

L’Agenzia delle Entrate e l’Autorità Giudiziaria hanno diritto a effettuare verifiche e controlli su quanto dichiarato dal contribuente per ottenere la detrazione fiscale. Per la verifica e i controlli sul bonus è obbligatorio conservare questi documenti.

Per ulteriori informazioni consulta al seguente link le pagine dell’Agenzia delle entrate su tutto quello che c’è da sapere sul bonus mobili.

 https://www.agenziaentrate.gov.it/portale/Aree+tematiche/Casa/Agevolazioni/Bonus+mobili+ed+elettrodomestici/

Al momento non abbiamo prodotti da mostrare qui.